La riapertura dei centri estetici, ecco le regole da seguire

PANORAMICA DELLE PRINCIPALI MISURE

guanti monouso diro estetica

    MODALITÀ DI ACCOGLIENZA DEL CLIENTE/SALA DI ATTESA

    • Programmare appuntamenti per un cliente alla volta (oppure uno per operatore) calcolando bene i tempi tecnici, in modo da non creare attese, anche per avere il tempo sufficiente al ripristino e alla pulizia delle postazioni di lavoro;
    • Predisporre all'ingresso dispenser di soluzioni o salviette igienizzanti per le mani;
    • Mettere a disposizione del cliente mascherine, guanti ed eventuali sacchetti igienici per riporre i propri accessori e indumenti (o in alternativa, una superficie lavabile in cabina e che successivamente deve essere igienizzata);
    • Far gestire la cassa e le operazioni contabili da personale munito dei DPI.
    • Disinfettare con prodotti come impredis soft fazzoletto la tastiera e gli apparecchi POS e le carte di pagamento ad ogni utilizzo
    • Disinfettare ogni maniglia e le sedute e ogni superficie della sala d’aspetto con cui il cliente è venuto in contatto.
    • Fare in modo che i clienti durante la loro permanenza non tocchino nulla, incluse maniglie di porte, superfici, oggetti, ecc.

    Rimuovere dalla sala d’attesa:
    • tavolini; cuscini; riviste;
    • sedie inutili (se non è possibile rimuoverle e apporre del nastro e lasciarne libere solo 2);
    • album da disegno e giochi per bimbi;
    • ogni altro oggetto che possa essere causa di promiscuità che non sia          sanificabile.

      MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL' ATTIVITÀ E UTILIZZO DEI DPI 

      • Lavare frequentemente e in modo accurato le mani con gel disinfettante come igien-x dopo aver toccato oggetti e superfici potenzialmente infetti e tra un cliente e l'altro;
      • Utilizzare preferibilmente materiali e accessori monouso;
      • Utilizzare possibilmente (in linea con quanto disposto nel protocollo del 14 marzo) guanti in nitrile e mascherine chirurgiche;
      • Qualora la tipologia di trattamento non consenta al cliente di indossare la mascherina chirurgica e la distanza tra operatore e cliente è necessariamente ravvicinata utilizzare la mascherina FFP2 senza filtro;
      • Utilizzare postazioni alterne per mantenere la distanza di sicurezza tra i clienti;

      Igen-X Disinfettante Mani 500ml

      PULIZIA DEGLI AMBIENTI

      • Prima di utilizzare prodotti per la sterilizzazione come pharmasteril leggere attentamente le istruzioni e rispettare i dosaggi d’uso raccomandati sulle confezioni (si vedano simboli di pericolo sulle etichette);
      • Non miscelare i prodotti di pulizia, in particolare quelli contenenti candeggina o ammoniaca con altri prodotti;
      • Pulire le postazioni di lavoro dopo ogni servizio utilizzando prodotti disinfettanti;
      • Pulire giornalmente i locali comuni come spogliatoi e servizi igienici, utilizzando prodotti come pharma trade medical spray
      • Pulire giornalmente le superfici comuni, ossia utilizzate da più persone (comprese tastiere, maniglie e corrimani), utilizzando prodotti come impredis soft fazzoletto
      • Garantire un buon ricambio d’aria in tutti gli ambienti;
      • Mantenere adeguatamente gli eventuali impianti di aerazione/ventilazione e umidità;
      • Posizionare nel locale raccoglitori chiusi per i rifiuti.

      Leggi l’approfondimento su come Sterilizzazzare e sanificare la strumentazione e l’ambiente del centro estetico

      PULIZIA DEGLI STRUMENTI, DEGLI INDUMENTI E DELLA BIANCHERIA DA LAVORO

      • Pulire gli accessori e le apparecchiature da lavoro dopo ogni servizio utilizzando prodotti come pharmasteril
      • Indossare una divisa da lavoro e igienizzarla adeguatamente a fine giornata.
      Provvedere, a fine trattamento, a:
      1. Rimuovere, con i guanti, pellicole, carta e quant’altro sia stato utilizzato per il trattamento, disinfettare le superfici delle apparecchiature e degli strumenti, il lettino, gli sgabelli ed ogni superficie dei piani di lavoro con        prodotti come pharmasteril
      2. Sanificare gli occhiali e/o le visiere;
      3. Smaltire adeguatamente il materiale monouso;
      4. Aerare la cabina il più possibile in modo naturale aprendo le finestre,            oppure meccanicamente, prima di far entrare il cliente successivo.

       

        ORARIO E TURNI DI LAVORO

          In questa fase emergenziale e fino a nuove disposizioni, al fine di evitare assembramenti di persone, è prevista la flessibilità dell’orario di lavoro come di seguito:

          • orario previsto dalle 8 alle 21.30;
          • possibilità di svolgere il lavoro anche nei giorni i festivi;
          • facoltà di organizzare il lavoro con il sistema della turnazione.

          È previsto un calendario per gli orari scaglionati di entrata/uscita dei dipendenti al fine di evitare nei limiti del possibile, assembramenti sui mezzi pubblici di trasporto ed all’entrata-/uscita dalla sede operativa.

          RAPPRESENTANTI E CORRIERI ESTERNI

          Gli ordinativi dei prodotti tramite rappresentanti o venditori sono effettuati per telefono, e-mail o altri dispositivi.

          Qualora ciò non fosse possibile, deve avvenire fuori orario di lavoro e con l’utilizzo di guanti monouso, mascherina e
          distanza interpersonale di due metri tra rappresentante ed estetista e al termine della visita si devono disinfettare tutte le superfici venute a contatto con il rappresentante.

          I corrieri non possono accedere ai locali aziendali. Prima di consegnare la corrispondenza i pacchi o altro necessario alla sola attività, il titolare o il dipendente del centro estetico devono essere possibilmente informati preventivamente del loro arrivo.

          Le consegne vengono lasciati all’esterno, in prossimità dell’ingresso, dopo aver informato (a mezzo citofono, o anche a voce, dopo aver suonato il campanello) circa l’oggetto del recapito.

          Anche lo scambio della documentazione delle merci consegnate
          (bolle, fatture, ecc.) deve avvenire tramite l’utilizzo di guanti monouso (qualora non disponibili, lavare le mani con gel igienizzante come igien-x

          In caso sia necessaria la firma di avvenuta consegna (ad
          esempio: raccomandate, pacchi ecc.), questa potrà essere
          apposta da un incaricato che, sempre osservando la distanza
          interpersonale minima di 1 m, si recherà all’esterno.

          SIMULAZIONE

          Prima dell’entrata in vigore del presente atto le associazioni di categoria si impegnano, alla presenza di un responsabile regionale e di un responsabile della Sanità pubblica a simulare presso uno o più centri estetici l’apertura dell’attività utilizzando le procedure previste nel protocollo, con l’ausilio del personale dello stesso centro.

          Qualora la simulazione dovesse risultare negativa, l’entrata in vigore delle presenti disposizioni saranno sospese fino all’ottenimento di una procedura standard con esito positivo prevedendo una ulteriore serie di simulazioni durante tutta una settimana lavorativa.

          SORVEGLIANZA SANITARIA

          La Sorveglianza Sanitaria dei centri deve proseguire rispettando le misure igieniche contenute nelle indicazioni del Ministero della Salute.

          Il medico competente deve segnalare all’azienda situazioni di particolare fragilità e patologie attuali o pregresse dei dipendenti per i provvedimenti del caso. Devono essere privilegiate, in questo periodo, le visite preventive, le visite a richiesta e le visite da rientro da malattia.

          La sorveglianza sanitaria periodica non deve essere interrotta: il rapporto di consulenza del Medico Competente va utilizzato in modo costante (anche con modalità telematiche) perché rappresenta una ulteriore misura di prevenzione di carattere generale, sia perché può contribuire a intercettare possibili casi e sintomi sospetti del contagio, sia per l’informazione e la formazione che il Medico Competente può fornire ai lavoratori per evitare la diffusione del contagio.

          INFORMAZIONE

          Le associazioni realizzano una campagna pubblicitaria tramite organi d’informazione tradizionale o tramite social network per informare l’eventuale clientela circa le misure adottate dalle imprese di acconciature, estetica e centri benessere, al fine di garantire la salute ed evitare la diffusione del coronavirus.

          Le associazioni di categoria auspicano che vengano effettuati controlli al fine di prevenire ed indirizzare le imprese ad una corretta applicazione delle misure previste dal protocollo.

          Le stesse associazioni si impegnano ad organizzare specifici corsi di formazione per gli imprenditori del settore. L’impresa informa tutti i lavoratori e gli ospiti del centro (fornitori e clienti) circa le disposizioni delle Autorità, consegnando e/o affiggendo all’ingresso appositi depliant informativi.
          In particolare le informazioni riguardano:

          • L’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria;
          • La procedura di controllo della temperatura corporea a cui deve essere sottoposto il personale prima dell'accesso al luogo di lavoro;
          • L’impegno dei dipendenti e collaboratori a rispettare tutte le disposizioni delle Autorità e del datore di lavoro nel fare accesso in azienda.

          Le associazioni di Categoria, le associazioni Sindacali, le Associazioni dei consumatori, l’Anci e la regione Marche d’intesa predispongono, nel rispetto delle disposizioni di legge modelli informativi da appendere nei centri e da pubblicizzare validi per tutta la regione Marche e nello specifico:

          • informativa per accesso al centro;
          • norme da adottare in sala di attesa e prima di accedere i locali del centro;
          • modalità di lavaggio delle mani;
          • procedura di vestizione/svestizione