Occhi stanchi: quali possibili soluzioni?

È arrivato il momento di parlare dei famosi e tanto odiati occhi stanchi.

Quante di noi guardandosi allo specchio nell’arco della vita hanno pensato di voler migliorare la zona del proprio contorno occhi? Rispondo io, quasi tutte!

Questa zona dovrebbe sempre essere trattata con maggiore attenzione rispetto alle altre parti del corpo, a prescindere dalla tipologia di pelle della singola persona, e questo per diversi motivi.

Le principali cause degli occhi stanchi

Ci sono diversi fattori responsabili di questo inestetismo cutaneo sul viso e potrebbero essere:

  • cattivo riposo
  • fattori di stress
  • fattori circolatori
  • disidratazione
  • dieta scorretta
  • esposizione alla luce del sole

Un’altra delle domande ricorrenti a riguardo è questa: “È cosi importante l’utilizzo di un prodotto specifico per il contorno occhi?”
Mi sento di rispondervi e spiegarvi che SI, lo è!

Le peculiarità del contorno occhi

La ZONA PERIOCULARE è la parte del corpo umano nella quale la pelle si presenta al minimo del suo spessore.

In parole semplici cosa significa?

Significa che questa zona risulterà molto più delicata, le reazioni di sensibilizzazione e irritazione saranno più frequenti e avrà bisogno di maggiore attenzione per essere trattata.

Basti pensare che è una parte del corpo umano soggetta continuamente a sollecitazioni esterne ambientali (caldo, freddo, vento, sole, sbalzi termici, ecc.) e continue sollecitazioni anche muscolari (mimica facciale continua e ripetuta). Non a caso, rispetto alle altre aree del corpo, invecchierà sicuramente in modo più rapido e anche visibile.

Nella maggior parte dei casi, i prodotti da applicare nella zona del contorno occhi sono prodotti privi di profumazione, poiché in cosmetica sono proprio i profumi ad essere considerati come sostanze potenzialmente irritanti ed allergizzanti, e avranno una texture diversa dal resto dei prodotti per la skincare.

Inoltre, la zona del contorno occhi presenta una minima secrezione sebacea ed è anche per questo motivo che è una delle prime zone in cui compariranno le rughe d’espressione.

I sintomi più comuni

I principali inestetismi che riguardano questa zona sono sicuramente:

  • rughe perioculari (dovute alla perdita di elasticità)
  • palpebra cadente (successive al naturale processo di invecchiamento fisiologico)
  • borse (edematose e causate da ristagno di liquidi, tendenzialmente si presentano con un gonfiore)
  • occhiaie (si presentano di colore più scuro e sono causate da una alterazione del microcircolo sanguigno della zona)

Anche in questo caso ci sono delle piccole regole nella skincare per ridurre al minimo i danni o comunque prevenire la comparsa di alcuni inestetismi in questa zona.

I nostri consigli sui possibili rimedi

Come sappiamo sarà molto importante giocare d’anticipo e iniziare il prima possibile ad utilizzare dei prodotti specifici a seconda dell'età e delle caratteristiche della pelle. Inoltre, servirà anche dare una grande importanza allo strucco dell’occhio utilizzando prodotti delicati da applicare con manovre lente e gentili. Infine è utile cercare di riposare bene e se necessario, ricorrere ad aiuti ‘interni’ come integratori di collagene che favoriscono l'elasticità e la compattezza dei tessuti.

Un altro consiglio per chi indossa abitualmente lenti a contatto: applicatele prima dei prodotti poiché nel caso venissero a contatto con il cosmetico potrebbero facilmente irritare e danneggiare l’occhio.

Ultima pillola, non meno importante, riguarda l’epilazione delle sopracciglia, evitate di ricorrere spesso alla ceretta nella palpebra mobile o di esporla a continue e ripetute sollecitazioni perché a lungo andare l’occhio ne potrebbe risentire e risultare pian piano più ‘cadente’.

I prodotti Diro per contrastare gli occhi stanchi

Ora vorrei aiutarvi consigliandovi dei prodotti specifici per la zona perioculare, con delle semplici manovre di applicazione, nella linea DIRO troviamo 2 contorno occhi:

Il modo in cui vengono applicati i prodotti a volte potrebbe fare la differenza!

In questo caso specifico c’è una regola importantissima da rispettare: mai andare nella zona dell’occhio con manovre troppo aggressive, sfregando con dischetti di cotone o spugnette.

Seconda regola? Massaggiare i prodotti preferibilmente con l’anulare, in quanto è stato dimostrato che si tratta del dito con cui riusciamo a fare meno forza.

L'ultimo consiglio che ti do è di picchiettare il prodotto dall’interno verso l’esterno. Solo in questo modo favoriremo il drenaggio dei liquidi “stagnanti” e schiariremo notevolmente il colorito spento e grigiastro.

Ricordate che sarà preferibile applicare questi prodotti 2 volte al giorno, al mattino e alla sera. Ripetendo l’applicazione più volte lasceremo la zona sempre idratata e visibilmente più liscia!

Presto in famiglia DIRO entreranno i tanto richiesti patch occhi. La loro applicazione è ancora più semplice. Sono simpatici da vedere, colorati, pratici e anche funzionali, in quanto già imbevuti di sostanze attive che sin dal primo utilizzo migliorano l'aspetto di questa zona rendendola meno segnata, oltre che schiarita e, quindi, più bella.